Il sogno che diventa realtà…

Pubblicato: 10 marzo, 2008 in Sogno, Tennis Tavolo

mauro-tennis-9-3-08-029.jpg Mbè che dire… forse qualcuno che leggerà questo post rimarra sbigottito da tanto fermento per una partita di tennis tavolo. Ma come ho sempre ribadito… “Libero di Sognare”. Da dove iniziare?!? Il mio amore per il ping pong sboccia all’ età di 13-14 anni quando in un torneo d’ estate al lido mi iscrivo e da sconosciuto ragazzino riesco a battere gente di 20-30 anni più grande di me. Perdo solo in finale battuto da un signore che giocava già in serie C e quindi già ad un gran livello agonistico. Sono passati tanti anni da quello scrosciare di complimenti e di applausi che tutti i “villegianti” di Pineto esterefatti mi rivolgevano. Tra l’ altro tutti i ragazzini accompagnati dai genitori tranne io, che con un’ aria da “sbarazzino professionista”, asfaltavo tutti i miei avversari senza neanche dare peso all’ impresa che stavo compiendo. Negli anni, poi, (come ho raccontato nella sezione vita e passioni) la passione per il ping pong inizia a prendere piede. Certo il ping pong al livello “professionistico” è ben più duro e necessita di faticosi allenamenti. Da l’ anno scorso ho riniziato a giocare a tennis tavolo dopo che mi sono fermato per alcuni anni e naturalmente gli anni in cui non ho più praticato si sono sentiti. E’ stata dura, faticoso riprendere il ritmo e cercare di tornare ai buoni livelli in cui ero arrivato. Così allenamento dopo allenamento cerco di riprendere. Sognavo che un giorno potessi diventare un giocatore di buon livello e iniziare a prendere i complimenti (questi si che contano!!!) nelle varie palestre dove il campionato che attualmente sto disputando mi porta a giocare. E finalmente quel giorno è arrivato!!! Ieri!!! 3 partite splendide inanellate una dopo l’ altra… Sono riuscito a mantenere la concentrazione e a cacciare quella grinta in più che mi ha consentito di fare una prestazione esemplare. Non mi piace glorificarmi o vaneggiarmi in questo modo, ma questa volta c’era un sogno che finalmente si è concretizzato. Il mio coinquilino mi tormenta con queste parole e se leggerà questo post rimarrà esterefatto… ma scusami Marco per tutte quelle volte che ti ho insultato ma… ” YES, WE CAN”

Annunci
commenti
  1. Marco ha detto:

    Mauro hai visto… Sono contento per te… E ti faccio tanti auguri per una carriera scintillante… e qnd sarai qualcuno ricordati di me…. ahahahahahahahah…

    YES, WE CAN…. ahahahahahahah….

    Marco

  2. Mauro ha detto:

    Quando sarò qualcuno????? Sono già qualcuno no??? ahahahahahahah…. si non ti preoccupare ti manderò una cartolina…. dalle favelas del Brasile…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...